Raccomandate, raccomandate...

Sono già più di cinquanta (50!!) i racconti che abbiamo ricevuto per il XX Trofeo RiLL. Fra questi, molti sono stati inviati con raccomandata. Proprio in merito a tale forma di spedizione è giusto fare una precisazione.

In generale, la modalità di invio dei racconti al Trofeo RiLL è ad assoluta discrezione dei partecipanti. Noi consigliamo la Posta Prioritaria, che è meno costosa, più veloce e ugualmente sicura (credeteci, lo diciamo sulla base della nostra esperienza) della spedizione via raccomandata... ma la scelta, come detto, sta a ogni partecipante.

Con riferimento all’invio per raccomandata, occorre chiarire una questione che quest'anno moltissime persone ci hanno posto via mail, e che per questo abbiamo ora inserito anche nelle FAQ sul concorso (domanda 30).
Il regolamento del Trofeo RiLL richiede che i racconti siano inviati in busta anonima (cioè senza mittente). Non è però possibile, dati gli attuali regolamenti di Poste Italiane, fare raccomandate senza indicare il nome del mittente.
Questo per noi NON è un problema: in caso di spedizione con raccomandata, i dati del mittente (che sono sull'esterno della busta spedita) vengono gestiti in modo da mantenere l'anonimato (cioè eliminandoli prima della distribuzione dei testi ai lettori-selezionatori).
Per questo motivo l’invio per raccomandata è sempre possibile, e la richiesta di Poste Italiane di indicare il mittente non è un problema.

Speriamo con questa precisazione (in questa pagina e nelle FAQ) di semplificare la vita a tanti aspiranti partecipanti, conseguendo una migliore qualità organizzativa.

Con l'occasione ricordiamo a tutti che da alcuni anni pubblichiamo su questo sito (subito dopo la chiusura delle iscrizioni) l'elenco dei racconti ricevuti, permettendo così ad ogni partecipante di controllare personalmente l'avvenuto arrivo del proprio materiale (e, in caso di mancata consegna, basta scriverci per segnalare il disguido e partecipare all'edizione in corso).

...e buon Trofeo RiLL a tutti!!