Premio Labyrinth

Il premio Labyrinth per la migliore avventura per i giochi di ruolo è stato uno dei più importanti concorsi del mondo ludico nostrano.
RiLL può dire di avere collaborato a lungo alla sua realizzazione.

Nato nel 1988 su iniziativa della ludoteca genovese Labyrinth, da cui trasse il nome, il premio segnò l’immaginario dei giocatori italiani fra la fine degli anni ’80 e l’inizio degli anni ’90. Partecipare al concorso, allora, voleva dire avere un’avventura molto superiore a quelle che normalmente si giocavano o leggevano; arrivare in finale o vincere, addirittura, era una cosa da raccontare con orgoglio… e non è un caso che nell’albo d’oro dei vincitori figurino autori come Piermaria Maraziti, Teo Mora, Lorenzo Trenti, oggi noti per le loro “creazioni” fra gli appassionati italiani di giochi di ruolo.

La storia del premio Labyrinth si può dividere in due fasi.

Per dieci anni fu curato dagli amici genovesi, che nel 1998 decisero però di mettere fine a quella bella esperienza.

Poi, fra il 2005 e il 2011, il premio ripartì, sotto le insegne organizzative della convention Mosquito Games, del Flying Circus, del Circolo Quintet, della scuola di scrittura MacAdemia, oltre che ovviamente della Ludoteca Labyrinth. A questo pool si aggiunse anche RiLL, che già aveva collaborato alle edizioni del concorso della seconda metà degli anni '90.

Per sette anni dal 2005 la cerimonia finale del premio Labyrinth si è svolta all’interno della convention estiva Mosquito Games di Punta Marina Terme (Ravenna), presso cui gli autori delle avventure finaliste venivano ospitati gratuitamente.

Al termine dell'edizione 2011 del concorso, gli organizzatori hanno deciso di non bandire più il premio, che quindi ora è in pausa... in attesa, magari, di "risvegliarsi" di nuovo in un prossimo futuro (cosa che noi di RiLL ci auguriamo di cuore).

Su questo sito sono on line tutte le avventure premiate dal 2005 al 2011 al Premio Labyrinth.
I vari scenari sono elencati di seguito, con comodo link alle rispettive pagine (da cui scaricare i PDF, visto che si tratta, quasi sempre, di avventure lunghe e corpose).
Per ulteriore informazione: dal 2005 al 2008 ogni edizione del concorso ha avuto un tema, intorno al quale dovevano ruotare gli scenari partecipanti. Dal 2009, invece, il tema è divenuto libero, assicurando così massimo spazio creativo agli autori.
Nel 2008 e 2009, infine, oltre al premio Labyrinth è stato assegnato anche il Premio Speciale Mosquito, riservato agli scenari brevi.


Le avventure pubblicate sul sito di RiLL:
De Vulgari Eloquentia, di Stefano Zambelli
(vincitore del XVIII premio Labyrinth, 2011)
Caccia Sacra, di Lorenzo Bertoni
(vincitore del XVII premio Labyrinth, 2010)
Le Zanne del Passato, di Tito Leati
(secondo classificato al XVII premio Labyrinth, 2010)
Il cavallo di Troia, di Giordano Mancini
(vincitore del XVI premio Labyrinth, 2009)
La Torre, di Angela Caputo
(vincitrice del XV premio Labyrinth, 2008; tema: l'oscurità)
Di tutti i mondi, di Carsten Andreasen
(vincitrice del Premio Speciale Mosquito, 2008; tema: l'oscurità)
L’ora del potere, di Federica Chinaglia
(vincitrice del XIV premio Labyrinth, 2007; tema: la guerra)
La lancia del Destino, di Alessandro Marchetti, Maurizio Tommasone e Giorgio Ialongo
(vincitori del XIII premio Labyrinth, 2006; tema: l’inganno)
I Ricordi di Lia, di Gabriele Pellegrini e Alberto Martinelli
(vincitori del XII premio Labyrinth, 2005; tema: il mare)