Murder Party!!

Periodo molto ricco per gli amanti del mystery in chiave ludica.
Lorenzo Trenti
propone il manuale Aperitivo con delitto, mentre a Roma Antonello Lotronto  porta in scena il giallo interattivo Delitto a passo di Tango

I murder party sono una forma molto particolare di gioco di ruolo, nella quale i giocatori assumono la parte di indiziati di un delitto e, interagendo fra loro e con altri giocatori detective, sviluppano una storia gialla, un poliziesco.
Esistono molti tipi di murder party, dalle cene con delitto ai “week-end col morto”, sino agli spettacoli teatrali interattivi. Tutte queste forme ludiche richiedono ovviamente un’organizzazione ben articolata, ma è ugualmente possibile (e divertente!) giocare murder party casalinghi, col proprio gruppo di amici, con la sola dotazione - per ogni giocatore - di un copione contenente tutte le informazioni sul personaggio da interpretare.

Aperitivo con delitto (Delos Books) propone proprio soggetti per murder party casalinghi, fornendo trame e materiale di gioco, nonché azzeccati suggerimenti su come rendere i momenti ludici ameni anche da un punto di vista eno-gastronomico (con cocktail e stuzzichini ad hoc).
Il volume contiene tre diverse storie, ambientate rispettivamente a Roma, Bologna e Lucca. I personaggi sono sempre 5 o 6, cui vanno aggiunti l’organizzatore della serata (che fa un po’ da coordinatore) e l’investigatore (che interroga i vari indiziati). I detective possono comunque essere più di uno… il che è molto comodo per le esigenze di tutti i gruppi di amici, più o meno numerosi.
Nel libro i copioni sono ben scritti, gli scenari e i loro protagonisti molto vari, e le pagine iniziali, di introduzione a questo tipo di gioco, chiare. Insomma, decisamente vien voglia di giocare!!
Non a caso, l’autore è Lorenzo Trenti, da anni attivo nel mondo del gioco di ruolo italiano, e di quelli più narrativi in particolare.

Se vivete a Roma, poi, potete sino al 30 novembre assistere agli spettacoli gialli interattivi organizzati da Murderparty.it, la più importante associazione italiana del settore.
Attualmente è in scena al Teatro Agorà (via della Penitenza 33, a Trastevere) il mystery Delitto a passo di Tango, di Antonello Lotronto (autore fra l’altro del gioco di ruolo giallo Holmes & co.).
In questo caso, la formula del murder party si sposa con il teatro: ecco così, dapprima, una serie di scene in cui i personaggi sono presentati, e le loro relazioni mostrate. Poi, una volta che il delitto è stato compiuto, inizia il gioco: il pubblico può partecipare alle indagini, ponendo domande agli attori, che rispondono dal palco, improvvisando. Alla fine, il mistero viene svelato, e lo spettatore che ha indovinato la soluzione è premiato (con un biglietto per un’altra serata e, da quest’anno, con un videogioco giallo, Unsolved Crimes, per Nintendo DS).
Non si tratta, ovviamente, di alta drammaturgia, ma gli spettacoli hanno tutto quel che serve per divertire e intrigare: i personaggi sono un po’ abbozzati, ma ben descritti in scena, e così i rapporti fra loro (rapporti che spesso nascondono i moventi dell’assassinio). Gli attori ci sanno fare, e riescono, pur nella brevità delle prime scene, a caratterizzare i personaggi (magari esagerandone un po’ il modo di fare, con accenti dialettali o atteggiamenti volutamente eccessivi). Inoltre, e soprattutto, gli attori sono particolarmente bravi nella seconda parte dello spettacolo, quando il pubblico può interrogarli, e quindi devono riuscire sia a rispondere a tono sia a non dire troppo.

Per ulteriori informazioni sui murder party vi rimandiamo anche all’articolo di Remo Chiosso, pioniere italiano di questo genere ludico. Un pezzo che ora riproponiamo sul sito, anche per ricordare un amico, purtroppo scomparso nel 2006.

E nel frattempo… buon delitto a tutti!