PROBE 184: “Ana in the Field of the Dead”

È uscito il numero 184 di PROBE, la rivista dell’associazione Science Fiction and Fantasy South Africa (SFFSA), con cui RiLL collabora dal 2014. In sommario c’è anche “Ana in the Field of the Dead”, ovvero “Ana nel Campo dei Morti”, il racconto con cui Maurizio Ferrero ha vinto il XXIV Trofeo RiLL, nel 2018.

Un breve riassunto: dal 2013 RiLL collabora con alcuni concorsi letterari per storie fantastiche organizzati all’estero (in Europa e non). Grazie a questi gemellaggi, pubblichiamo sull'annuale antologia Mondi Incantati i racconti premiati in questi concorsi stranieri (...è il RiLL World Tour!) e, contestualmente, proponiamo fuori dai confini nazionali i racconti vincitori del Trofeo RiLL.

Sulle pagine di PROBE sono già usciti cinque racconti RiLLici: “The Stag”, cioè “Il Carnevale dell'Uomo Cervo” (il racconto con cui nel 2012 Luigi Musolino vinse il Trofeo RiLL), “The curse of the Di Biasio Agresti Salottolo Illiano De Scisciolo Prize”, ovvero “La Maledizione del premio Di Biasio Agresti Salottolo Illiano De Scisciolo” (il racconto con cui nel 2014 Michele Piccolino vinse il Trofeo RiLL), “Not by Bread Alone”, cioè “Non di solo pane” (il racconto con cui Davide Camparsi vinse il nostro concorso nel 2015), “Everything Starts From O”, ovvero “Tutto inizia da O” (il racconto con cui Maurizio Ferrero ha vinto il Trofeo RiLL nel 2016) e “In front of the mirror”, cioè “Davanti allo specchio” (il racconto di Valentino Poppi vincitore nel 2017).

I lettori sudafricani scopriranno adesso il racconto di Maurizio Ferrero (che dà il titolo all'antologia Mondi Incantati del 2018, disponibile su Amazon e Delos Store, oltre che presso RiLL).
Per Maurizio Ferrero si tratta della seconda pubblicazione su PROBE (visto che, come detto, il bravo autore di Vercelli ha vinto il Trofeo RiLL sia nel 2016 che nel 2018).
Per “Ana nel Campo dei Morti” è invece la prima pubblicazione all’estero... e, se tutto andrà come speriamo (in questo 2020 questa specificazione è, purtroppo, dovuta)  entro fine anno il racconto uscirà anche sull'antologia spagnola Visiones, curata dai nostri amici dell’AEFCFT (Asociación Española de Fantasía, Ciencia Ficción y Terror).

Per quanto riguarda PROBE, è una testata attiva dal 1969, cioè sin dalla fondazione dell’associazione SFFSA. Al suo interno ospita fra l'altro i migliori racconti della Nova Short-Story Competition, il premio letterario della SFFSA, dedicato a storie fantasy e fantascientifiche (sulla più recente antologia Mondi Incantati abbiamo pubblicato il racconto vincitore dell’edizione 2018 del concorso: “La Zona Nulla”, di Jaco van Hemert, con traduzione di Francesca Garello).

PROBE è una rivista cartacea, distribuita a tutti i soci della SFFSA; non viene realizzata una vera e propria versione elettronica, ma ogni numero è scaricabile gratis dal sito associativo (in due file: copertina e interni, in PDF), qualche mese dopo l’uscita.
La tiratura è di circa 150 copie a numero.

Ringraziamo come sempre gli amici sudafricani, in particolare Gail Jamieson (direttrice di PROBE) e Gavin Kreuiter (responsabile della Nova Short-Story Competition), per l’attenzione e il supporto prestato.
Grazie, infine, a Paul Virgo, che ha curato la traduzione del racconto dall'Italiano all'Inglese.

Per ulteriori informazioni sulla Science Fiction and Fantasy South Africa (SFFSA):
www.sffsa.org.za


P.S. Un anno fa, in occasione del cinquantennale della SFFSA abbiamo intervistato Gail Jamieson, una delle responsabili del club. Visto che cinquant'anni di attività non sono un bruscolino, vi segnaliamo di nuovo l'intervista, per scoprire più dettagli sul mondo degli appassionati di fantastico nel lontano Sud Africa.


Il disegno di copertina di PROBE 184 è dell'illustratore Lothar Bauer.